INTERIORS

18 gennaio 2014

"The Apartment" in NYC

Quello che vi presenterò è un appartamento ma non un'abitazione nel senso stretto del termine. Si tratta di un progetto, una sorta di "living concept" che ricrea l'atmosfera domestica grazie a un interior dècor estremamente curato e intimo. Gli oggetti e gli arredi sono creazioni di designer coi quali si può interagire tramite i vari workshop ed eventi che periodicamente vengono organizzati al suo interno. Potete trovare informazioni su "The Apartment" sul sito di The Line (che ne sono gli ideatori), ma visto che a noi interessa l'architettura degli interni partiamo con l'analisi dello spazio.



Apprendo dal sito che l'edificio è del 1872, progettato da Isaac F. Duckworth  e destinato ad essere un "palazzo commerciale". Lo stile della facciata è eclettico, ovvero mescola elementi provenienti da varie correnti architettoniche come il capitello corinzio, marcapiani che ricalcano le metope greche, decori floreali tipici del liberty. Guardando dall'interno si notano i soffitti alti e le grandi finestre a ghigliottina, che sono belle e non capisco perchè da noi in Italì nessuno le usa.



Lo spazio living è illuminato da tre aperture e dalla porticina che porta alle scale d'emergenza, di cui vediamo il particolare qui sopra. Da notare il muretto che, insieme al cubo di legno, funge da scalino e da superficie d'appoggio. Il pilastro rastremato che vediamo al centro è allo stesso tempo decorativo e strutturale: scaricare il peso su un elemento di sostegno ci permette di liberarci di inutili muri e mantenere lo spazio arioso e aperto. E poi sono fighi, diciamolo. Personalmente amo molto anche i tubi lasciati a vista e i termosifoni collegati a terra, perchè danno un tocco di eleganza vintage che non guasta mai.



I pilastri dividono idealmente lo spazio in zona salotto e zona pranzo. Il salotto, spazio adibito alla conversazione, è sottolineato da un ampio tappeto su cui sono posizionati un divano e due poltroncine dalla struttura leggera. La zona pranzo è caratterizzata da un lungo tavolo il cui piano sembra fluttuare, ma soprattutto dai lampadari posizionati lungo tutta la sua lunghezza: fanno tutti parte della stessa famiglia (si vede dalla lavorazione del vetro), ma differiscono leggermente l'uno dall'altro, conferendo complessivamente un effetto scenografico. La zona cottura è ridotta all'essenziale e ha un gusto industriale.

                           

Infine, la camera da letto. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a uno spazio essenziale ma curato nei dettagli e nei materiali, che è il miglior modo secondo me di rendere unico e di carattere uno spazio. In particolare la boiserie, che fa da testata del letto, è un elemento che ricorre in tutto l'appartamento e a me personalmente piace molto. Le povere boiserie sono sempre bistrattate perchè fanno molto '800 vittoriano e invece possono davvero fare la differenza in uno spazio. 
Chiudo dicendo quello che dico sempre a chi mi chiede una consulenza: quando esiste una qualità dello spazio, sia nella distribuzione che nelle finiture, bastano pochi elementi pensati bene e scelti con cura per rendere un interno unico e personale. 
Cheers!

P.S.: questo progetto e le foto le ho trovate tramite un blog che pubblica sempre cose interessanti e che si chiama seventeendoors.



English text

I'm going to show you a house but not a home in the very sense of the word. It is a project, a sort of "living concept" that recreates a homely atmosphere, thanks to a very nice and intimate interior décor. The objects and furnishings are creations of designers with whom you can interact through various workshops and events that are regularly organized. You can find informations about "The Apartment" on the website of The Line (the concept creators), but since we are interested in interior architecture we'll start with the analysis of the space.
I learned from the site that the building was erected in 1872, designed by Isaac F. Duckworth and intended to be a "commercial building". The style of the facade is eclectic, which mixes elements from different architectural trends such as the Corinthian capital, string courses that follow the Greek metopes, floral decorations which are typical Art Nouveau. Looking inside you can notice the high ceilings and the large and beautiful sash windows, and honestly I do not understand why in Italy nobody uses them.
The living space is enlightened by this three windows and the door which leads to the emergency stairs. Note the wall which together with the wooden cube acts as a step and a support surface. The tapered pillar that we see in the middle is both decorative and structural: unload the weight on an element of support allows us to get rid of unnecessary walls and keep the space airy and open. And then they're cool, let's face it. Personally I also like the pipes left exposed and radiators connected to the ground, because they give a touch of vintage elegance that never hurts.
The pillars ideally divide the space into living and dining area. The living room space is highlighted by a large rug on which are placed a sofa and two light structured armchairs. The dining area is characterized by a long table where the top seems to float, but especially by the chandeliers positioned along its entire length: they are all part of the same family (you can see it from the manufacture of glass), but differ slightly from each other, giving an overall dramatic effect. The cooking area is reduced to the essentials and has an industrial flavor.
Finally, the bedroom. Again we are faced with an essential space but curated with details and materials, which is the best way for me to create a unique and characteristic space. In particular, the wainscoting, which is the head of the bed, is a recurring item in the apartment and I personally like it a lot. Boiseries are always mistreated because of the "Victorian" taste, but I think they can really make a difference in a space.
To end up I'll say what I always say to my clients: when a space has good characteristics, both in distribution and finishes, it takes just a few well thought and carefully chosen elements to make a unique and personal interior.
Cheers!
Be First to Post Comment !
Posta un commento